Krifi Caffè 4 Torri Volley Ferrara – Fanton Modena Est: 2-3
(27-25, 25-20, 27-29, 22-25, 12-15)

Krifi Caffè 4 Torri Volley Ferrara: Drago 28, Bortolato 11, Zambelli n.e., Fontana 12, Govoni 1, Trimurti n.e., Spiga 10, Di Renzo (libero), Masiero 13, Ballerio 2, Bragatto n.e., Bernard 2, Atef. All. Martinelli.

La 4 Torri Volley purtroppo non inizia con il piede giusto i playoff per la promozione in A2: dopo essersi trovata in vantaggio di due set, i ragazzi di coach Martinelli sprecano 2 match ball e cedono l’incontro a Modena Est, brava ad aggiudicarsi gli altri set.
Nulla è perduto però, perché tra una settimana, in quel di Modena, ci sarà la possibilità di pareggiare i conti.
Venendo al match la Krifi Caffè si presenta con Govoni alzatore, Drago opposto, Di Renzo libero, Fontana, Bortolato e Spiga a completare il sestetto.
Di Bortolato il primo punto della partita, da subito combattuta, con i ferraresi sempre avanti (8-7, 16-13) nella prima frazione, salvo farsi acciuffare sul 23 pari. Alla fine il set lo spuntato i padroni di casa con un muro di Bernard.
Grossa prova di carattere dei granata nel secondo, quando, sotto di 6 punti (5-11), iniziano una rimonta che li porta a chiudere avanti al primo time out tecnico (16-15) e ad acciuffare poi il set sul 25-20.
Partita chiusa? Modena Est non è dell’avviso.
Anche nel terzo i modenesi si portano avanti, grazie a un sempre micidiale Bartoli (5-8) poi è una battaglia punto su punto. La 4 Torri potrebbe sferrare il colpo di grazia sul 24-23 e sul 26-25 ma non trova il ko, permettendo alla Fanton di piazzare il punto del 29-27.
Gli ospiti trovano vigore, gli estensi si appannano. Nel quarto ospiti sempre avanti, sfruttando anche i moltissimi errori in battuta della Krifi.
Al quinto la Fanton sembra avere più birra: malgrado l’1-3, una battuta di Bernard e il solito Drago provano a riaprirla (10-11). Ma è solo un’illusione perché Modena si aggiudica la prima importante fetta di semifinale.
Niente tragedie, ricorda coach Martinelli, perché sabato a Modena tutto può essere rimesso in equilibrio, sebbene non sarà affatto facile.