161011Si è tenuta nel pomeriggio in Municipio la tradizionale conferenza stampa di presentazione della Krifi Caffè 4 Torri Volley Ferrara in vista del via del Campionato che in questo caso segna l’esordio assoluto dei granata nella nuova Serie B unica.

“Celebriamo i 10 anni di rinascita di questa società, sempre guidata in questa decade dal presidente Mauro Baroni che ha deciso di rimanere in sella – ha precisato Riccardo Cavicchi nel corso della presentazione -; questo nuovo campionato, con trasferte più abbordabili e diversi derby, crediamo possa portare entusiasmo e pubblico a riempire i palazzetti. Come società abbiamo deciso di lasciare invariati i prezzi dei biglietti e di dedicarci alla solidarietà, scegliendo di devolvere il 50% degli incassi degli abbonamenti alle popolazioni colpite dal terremoto”.

Il numero uno granata, chiamato in causa, non ha potuto esimersi dai ringraziamenti “Verso il Comune nella persona dell’assessore allo Sport Simone Merli, e di Luciano Bratti, figura storica della pallavolo ferrarese, che non ha fatto mancare la sua presenza. Se sono ancora qui dopo 10 anni – ha sottolineato Mauro Baroni – è perché mi sta profondamente a cuore il presente e il futuro della pallavolo. Se riusciamo tutt’ora ad allestire formazioni competitive è anche grazie ai tanti sponsor che ci sono vicini (al tavolo era presente il presidente di Niagara srl Mauro Carretta che ha rivolto il proprio in bocca al lupo alla squadra ndr) e che ci permettono di puntare in alto. In questi anni abbiamo sfornato tanti ragazzi che ora giocano nella nostra squadra o in altre compagini di livello, con la punta di diamante rappresentata da Alberto Baldazzi in Nazionale Under 20. Il nostro impegno prosegue anche se è sempre più difficile scovare campioni, vista la concorrenza di tanti sport”.

Sulla pratica sportiva è intervenuto, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, Simone Merli. “Purtroppo la nostra città sta diventando sempre più anziana, quindi non è facile per le tantissime società presenti sulla piazza lavorare con i bambini. La 4 Torri Volley Ferrara ha, come punti di forza, la serietà e la solidità di una figura come Mauro Baroni, un vero punto di riferimento anche per le istituzioni, a garanzia del presente e del futuro del volley, tremerei al pensiero che mancasse lui. Mi complimento inoltre con la società – ha rimarcato l’assessore – che ha sempre puntato su una comunicazione puntuale e di qualità, questo costituisce un’interfaccia importante verso il mondo esterno, dal momento che non si può prescindere dalle aziende e dalla ricerca di nuovi partner commerciali”.

Nuovi elogi al presidente granata sono giunti anche dalla presidente provinciale del Coni Luciana Pareschi: “Al Gran Galà organizzato la settimana scorsa abbiamo deciso di premiare proprio Mauro Baroni, non solo per la lunga militanza come dirigente sportivo, ma perché solamente lui, con la sua caparbietà, poteva farsi carico e tenere unito un mondo complesso come quello della pallavolo, compiendo grandissimi sacrifici. Ho iniziato la mia attività sportiva da allenatrice nel volley – ha ricordato Pareschi – e posso dire che il primo amore non si scorda mai”.

Dagli aspetti societari e affettivi a quelli sportivi. In rappresentanza della squadra, presente in Sala degli Arazzi con vari giocatori, il vice Ruggero Tosi e l’accompagnatore Silvano Pirani, ha preso la parola coach Marco Martinelli. “Importante che sia stato confermato lo zoccolo duro della passata stagione – ha commentato l’allenatore – credo che non siamo stati agevolati dalla riforma dei campionati. Purtroppo infatti arrivare nei primi due posti nella regular season non sarà una garanzia sufficiente per salire in A2, perché ai play-off ci saranno mille incognite per chiunque. Una previsione sull’esordio di sabato a Cesena? Difficile, perché tutte queste squadre che provengono dalla B2, essendosi rafforzate, rappresentano un’incognita. In ogni caso abbiamo le qualità per far bene e sono convinto che la nostra sia una squadra competitiva”.