foto 4 torri volley ferrara di Bruno FacciniNemmeno la nebbia, il cambio di orario e l’importante partita di serie A di calcio hanno tenuto lontano l’ormai fedelissimo pubblico ferrarese che ha partecipato ancora una volta numeroso alla terza vittoria interna consecutiva di questo campionato.

A dire il vero il match, a differenza delle altre gare, tecnicamente ed agonisticamente forse non ha emozionato come si era stati abituati in precedenza ma i tre punti messi in cascina hanno comunque lasciato di buon umore tutti i supporters granata che tra l’altro all’uscita hanno anche trovato un simpatico omaggio dal nuovo sponsor CUORE VERDE il quale proprio da sabato è apparso sulle maglie del libero.

Difficile trovare le cause di questa involuzione di gioco ma di certo ci hanno messo del loro gli avversari con un gioco molto lento e tutta sostanza al quale i ragazzi di Zambelli hanno fatto l’errore di adattarsi. Non vanno scordati nemmeno gli innumerevoli impegni promozionali vissuti durante la giornata dai granata in quanto non si può escludere che i festeggiamenti del cinquantenario della KRIFI al mattino e l’inaugurazione del NOKIA STORE al pomeriggio, qualche falla sulla concentrazione pregara l’abbiano lasciato. Già all’inizio del primo set la cronaca è più sulle occasioni sprecate banalmente dai ferraresi che sull’equilibrio del punteggio che vede le squadre appaiate (8 a 7) al time out tecnico. Fortunatamente però la ricezione regge e così anche il cambio palla con Vaccari e Bergantino su tutti.

Quando arrivano i primi muri vincenti di Zambelli e Smanio il set ha una svolta al quale i toscani non riescono a porre rimedio (25 a 19). La partita però ha già preso una piega soporifera che non promette nulla di buono e così quello che avviene nella seconda frazione sono quelle fasi di gioco che ogni allenatore non vorrebbe mai commentare al lunedì con i suoi ragazzi. Errori in battuta ed in attacco, muro e difesa colabrodo, ricostruzioni approssimative se non con qualche sporadico lampo sempre dei soliti Bergantino e Vaccari (17 a 25). Sull’uno a uno c’è più di un lecito dubbio che la partita possa prendere una piega non buona e anche il nuovo inizio del set sembra aumentare queste perplessità.

Ci vuole qualcosa che rimescoli le carte in tavola ed ecco allora Molezzi che con due muri vincenti ed un terzo che procura il punto, suona la carica e porta in vantaggio i suoi. Come d’incanto comincia a venir su qualche pallone di più in difesa soprattutto con Fratucelli e con Poli e la ritrovata fiducia contagia anche l’attacco ora più efficace. Dall’altra parte Sgrilli e Cotron eo fanno il possibile con la palla perennemente alta ma il parziale è condotto in porto senza troppa fatica dalla Carife che chiude 25 a 20.

La quarta frazione è la fotocopia del set precedente con il Bacci che ha un debole sussulto quando coach Tufanari butta nella mischia gli uomini della panchina. Il risultato però è già in cassaforte e Vaccari sigla il suo ventesimo punto personale con l’ultima palla dell’incontro. Tenuto conto delle pause, classifica praticamente immutata che comincia peraltro ad assumere una fisionomia ben definita.

Anche se è ancora molto presto per dirlo sembra che di fatto ci siano le prime sei squadre che ambiscono ai primi tre posti per la promozione ed i play off, mentre le altre sette devono guardarsi maggiormente dal non rimanere o finire nei tre posti in cui si retrocede. Sabato prossimo l’ottavo turno prevede la pausa proprio per la Carife che poi riprenderà di nuovo in casa con quello che si prean nuncia uno scontro al vertice contro quel CUS Pisa che in questo momento comanda la classifica precedendo di un solo punto la 4 Torri.

RISULTATO: CARIFE 4 TORRI FERRARA – ASD BACCI FIRENZE 3 a 1 25/19 17/25 25/20 25/20

FORMAZIONE: Molezzi 8, Tosi, Agosti, Vaccari 20, Zambelli 5, Zanotto 1, Baraldi 4, Bergantino 19, Fratucelli 10, Smanio 4, De Rosas, Poli libero